Olio extravergine d’oliva:
come conservarlo nel modo giusto

Corte dei Venti News 30 giu 2022

Uno dei prodotti più usati in cucina e più amati dagli italiani: stiamo parlando naturalmente dell’olio extravergine di oliva, alimento simbolo della dieta mediterranea dalle spiccate proprietà benefiche per la salute ed il benessere del nostro organismo.

Tra le varie domande e curiosità che ruotano attorno all’olio extravergine d’oliva, molte riguardano il suo uso come conservante, la sua data di scadenza e le tecniche per conservare esso stesso nel modo giusto; cerchiamo allora di fare un po' di chiarezza al riguardo.

Le sue ottime capacità a fungere da conservante naturale per molti prodotti ittici e vegetali, portano spesso a ritenere l’olio d’oliva un prodotto scarsamente deperibile. In realtà non è proprio così in quanto, pur consentendo ad altri alimenti di mantenere intatte le loro qualità evitandone il contatto con l’ossigeno, rimane esso stesso soggetto ad ossidazione e decadimento qualitativo con il passare del tempo.

Questo non significa però che l’olio extravergine d’oliva abbia una data di scadenza. Quella riportata sulle etichette infatti, è solo la data fino alla quale è presumibile il mantenimento da parte del prodotto, di tutte quelle che sono le sue proprietà benefiche e qualità organolettiche; periodo di tempo questo, quasi sempre compreso tra 12 e i 18 mesi successivi all’acquisto.

Conservazione olio extravergine d’oliva: regole utili da seguire


Olio extravergine d’oliva Come conservarlo nel modo giusto

Per consentire al nostro olio extravergine d’oliva di mantenere intatte le sue caratteristiche per un lungo arco di tempo, è tuttavia importante adoperare anche alcuni semplici ma fondamentali accorgimenti.

Il primo elemento a cui fare attenzione è la luce. È infatti al buio che l’olio extravergine d’oliva si conserva in maniera ottimale; sarà dunque opportuno scegliere bottiglie di vetro scuro e tenere le stesse al riparo dall’illuminazione, sia solare che artificiale.

In secondo luogo è importante conservare le bottiglie in un luogo fresco e asciutto, a una temperatura costante compresa tra i 16 e i 20 gradi e che le stesse dispongano di un tappo chiuso in modo accurato, onde evitare l’ossidazione e il deperimento delle qualità nutrizionali e organolettiche del prodotto.

Fondamentale è infine ricordarsi di conservare l’olio extravergine d’oliva lontano dagli odori molto forti in quanto, come tutti i grassi, esso tenderebbe ad assorbirli, e tenere costantemente sotto controllo il suo colore; un olio sano varia la sua colorazione dal giallo oro al verde mentre tonalità tendenti al rosso arancio andranno ad indicare che il prodotto è purtroppo ossidato e dunque deperito.

Clicca qui per conoscere l’olio extravergine d’oliva della Corte Dei Venti!

Scopri le nostre offerte

Scopri i vini, le grappe e l'olio extravergine d'oliva della Corte dei Venti. Acquistali adesso ad un prezzo speciale sul nostro store online.

Acquista adesso
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@cortedeiventi.com