Rosso di Montalcino: migliori annate e abbinamenti
Alla scoperta del “fratellino” del Brunello: il Rosso di Montalcino

Curiosità sul Vino 24 nov 2022

Il Rosso di Montalcino DOC è la prova dell’estrema versatilità del vitigno Sangiovese, che si dimostra perfetto anche per la produzione di un vino ideale per essere consumato più giovane. Il fratello del Brunello di Montalcino, infatti, entra in commercio dal settembre immediatamente seguente alla vendemmia. Si tratta appunto di un vino DOC dal 1984 e si caratterizza per una distintiva freschezza e un sentore fruttato che lo rendono una validissima alternativa per gli appassionati.



Storia del Rosso e del Brunello di Montalcino: le origini e le principali differenze


Partiamo con il dire che la loro terra di origine è la medesima: il Rosso e il Brunello di Montalcino condividono sia la zona geografica che la tipologia di vigneti, ma la loro principale differenza sta nel tempo di affinamento. Per quanto riguarda la fase di invecchiamento, le regole dettate dal disciplinare del Brunello di Montalcino prevedono una fase di cinque anni (sei per la versione Riserva), che devono trascorrere dalla vendemmia prima di essere venduto sul mercato. I tempi del rosso di Montalcino invece si riducono a un solo anno di affinamento. A differenza del Brunello, il Rosso di Montalcino è un vino che data la sua giovinezza risulta più facile da bere, adatto anche a palati non allenati alla corposità di vini rossi più strutturati. La freschezza che caratterizza il prodotto lo rende più versatile negli abbinamenti con i cibi, mentre l'intensità e la persistenza del Brunello di Montalcino lo rendono adatto a pietanze più importanti.

Per quanto riguarda le uve utilizzate per la produzione, il Brunello di Montalcino è prodotto utilizzando solamente uva di tipo Sangiovese, come stabilito dal disciplinare. Anche il Rosso di Montalcino è prodotto solamente con uve di tipo Sangiovese, ma le regole meno restrittive che deve seguire la produzione da disciplinare prevedono la Denominazione di Origine Controllata (DOC), a differenza del Brunello di Montalcino che invece ha l'onore di fregiarsi della Denominazione di Origine Controllata e Garantita DOCG.

Una delle differenze maggiori dei due prodotti sta anche nel prezzo di vendita proposto sul mercato: la complessità della produzione del Brunello di Montalcino lo attesta in una fascia di prezzo medio-alta, mentre il Rosso di Montalcino rimane un prodotto, seppur ottimo, proposto a un prezzo più contenuto: l’importo minimo di una bottiglia si aggira dai 18 euro fino a superare i trenta.

Migliori annate Rosso di Montalcino

Le migliori annate del Rosso di Montalcino


Il 2013, 2014, 2015 e il 2016 sono state tra le annate migliori giudicate dagli esperti per il Rosso di Montalcino. Un insieme di fattori hanno reso possibile la produzione di un vino considerato dagli enologi tra i migliori degli ultimi venti anni. Sulla produzione del Rosso di Montalcino 2015 ha sicuramente influito la scarsità di piogge durante l'inverno, mentre le piogge più abbondanti nel periodo primaverile hanno permesso di creare una riserva idrica che è stata provvidenziale per i mesi estivi. L’escursione termica avuta in settembre ha permesso la perfetta maturazione delle uve, dando vita ad un prodotto dal colore estremamente intenso e di grandissimo equilibrio all'assaggio. Il Rosso di Montalcino 2016 è stato invece influenzato da una primavera piovosa, con piogge distribuite anche nei mesi estivi e periodi caratterizzate da buone escursioni termiche tra giorno e notte. La maturazione delle uve è stata lunga e ha determinato la complessità degli aromi tipici di quest'annata.

Abbinamenti gastronomici del Rosso di Montalcino


Essendo un vino rosso di media struttura, il Rosso di Montalcino si abbina perfettamente sia ai piatti decisi della tradizione, che a proposte culinarie internazionali. Via libera a risotti e primi piatti conditi con sugo di funghi, tartufo, carne e pollo. Per quanto riguarda i secondi, da provare l’abbinamento con la carne di vitello e maiale. La temperatura di servizio ideale oscilla tra i 16° e i 18° gradi, da gustare in ampi calici balloon, per permettere a tannini e aromi di sprigionarsi.

Se sei interessato a conoscere il Rosso di Montalcino, non ti resta che prenotare una degustazione presso La Corte dei Venti, azienda agricola sita nelle meravigliose colline di Montalcino: dal 1943 produce il Rosso e il Brunello di Montalcino, ma anche specialità come l’Olio extra vergine di oliva e la Grappa di Brunello. Oltre alla degustazione, sarà possibile visitare la vigna e scoprire le migliori bottiglie di Rosso di Montalcino da portarsi a casa.

Scopri le nostre offerte

Scopri i vini, le grappe e l'olio extravergine d'oliva della Corte dei Venti. Acquistali adesso ad un prezzo speciale sul nostro store online.

Acquista adesso
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@cortedeiventi.com