Come Diventare Sommelier
Il percorso da seguire

Curiosità sul Vino 14 dic 2020

Siete amanti del vino e vi piace organizzare degustazioni sia fra le mura domestiche come anche nelle Cantine e non perdete occasione per partecipare agli eventi enologici del territorio a cui assistete con rinnovato entusiasmo. Forse la professione che fa per voi è quella del Sommelier! Ci avete mai pensato?

Ma come si diventa Sommelier? Ecco illustrato di seguito il percorso da seguire!

La figura del Sommelier


Il Sommelier è colui che valuta attentamente tutte le caratteristiche organolettiche e qualità di un vino per ragioni diverse e attraverso dei percorsi di degustazione propone degli abbinamenti cibo/vino e tutte le indicazioni relative a dove si producono i vini e con quali uve.

La sua figura dunque è molto specifica e le sue conoscenze devono essere davvero profonde e di molte materie, tra l’altro un Sommelier deve tenersi in costante aggiornamento e avere una formazione tecnica specifica non solo di vini ma anche dei suoi processi produttivi: dalla coltura alla raccolta, passando per la vinificazione. Deve conoscere ogni aspetto della vita della Cantina oltre che dei vitigni, nonché dei territori geografici dove si producono i vini.

Importante per il Sommelier è anche avallarsi degli strumenti del mestiere, come il Tastevin, il frangino, il cavatappi, il termometro e altro ancora.

Il Tastevin: è un emblema del Sommelier, il suo segno distintivo, ed è una piccola ciotola argentata o di vario materiale che veniva un tempo utilizzata per il veloce assaggio, per il colore e altri parametri del vino, oggi è in disuso, ma ogni Sommelier che si rispetti lo indossa soprattutto per riconoscere in un locale quando egli è in servizio.

Il Frangino: un piccolo panno che serve ad asciugare il collo della bottiglia quando durante la mescita del vino le gocce possono colare.

Il Cavatappi: l’elemento fondamentale con cui aprire, ovviamente, le bottiglie per la degustazione, esistono svariati tipi professionali.

Il Termometro: essenziale per misurare la temperatura dei vini, infatti, ogni tipologia di vino deve essere servito ad una temperatura adeguata che varia in base a vari parametri che sempre il Sommelier saprà indicare alla perfezione.

Il percorso da seguire per diventare Sommelier


Sono molte le associazioni e le scuole che offrono percorsi e sbocchi professionali nell’ambito della figura del Sommelier, come la Fisar e altre organizzazioni nazionali simili.

Il percorso formativo è impostato su tre livelli al termine del quale ci sono due esami: uno per lo sbocco professionistico e uno più leggero dilettantistico.

Primo livello: Solitamente è impostato per introdurre il mondo del Sommelier, le sue funzioni, approfondimenti sulla vite, sul vino, sugli spumanti, sulla fisiologia dei sensi, sull’enologia, la viticoltura, le leggi in materia, i distillati e anche le altre bevande alcoliche come la birra.

Secondo livello: Dove si studia tutto il mondo geografico dei vini e i tipi di vini ovvero l’enografia, si parte dai vini italiani divisi per ogni regione per passare alla Francia, alla Spagna, al Portogallo, le Americhe, l’Africa. Tutto il mondo.

Terzo livello: Interamente dedicato al connubio cibo e vino, partendo dalle nozioni base dell’alimentazione, alla metodologia di abbinamento, poi si approfondisce piatto per piatto, dagli antipasti ai primi ai secondi ai dolci di ogni tipologia, dalla carne al pesce alle cucine internazionali.

E adesso che sai quale è il percorso da intraprendere per diventare un Sommelier di successo non ti resta che iscriverti ad un corso e immergerti nel bellissimo mondo dell’Enologia!





Scopri le nostre offerte

Scopri i vini, le grappe e l'olio extravergine d'oliva della Corte dei Venti. Acquistali adesso ad un prezzo speciale sul nostro store online.

Acquista adesso
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@cortedeiventi.com